Tartarughe d’acqua dolce

tartarughe-d'acqua-dolce

In questo articolo troverete qualche consiglio utile per accudire al meglio le vostre tartarughe d’acqua dolce!

Facili da curare, le tartarughe d’acqua dolce sono animali tranquilli e discreti. Nei negozi di animali troveremo con facilità esemplari giovani della tartaruga più diffusa, la trachemys scripta elegans. Non facciamoci però ingannare dai piccoli tartarughini…da adulte le femmine raggiungeranno i 30 cm circa e i maschi arriveranno a 16 cm! Per scegliere la nostra tartaruga d’acqua dolce, controlliamo che sia abbastanza vivace e che si muova volentieri nella vasca dove è ospitata, inoltre il carapace dev’essere intatto e compatto, di colore verde con striature sia più scure sia più chiare.

 ACQUATERRARIO

acquaterrario

Molti pensano che basti una vaschetta in plastica e qualche gamberetto secco per mantenere una tartaruga d’acqua dolce in buona salute…in realtà non è così!
Con un pò di impegno avremo sicuramente una tartaruga in ottima salute, felice e che vivrà a lungo insieme a noi!

Innanzitutto acquistiamo da subito un acquaterrario apposito per tartarughe di buone dimensioni; il minimo sarebbe circa 1 metro di lunghezza per 40 cm di altezza e 40 cm di profondità (è possibile anche acquistare un acquario da adibire ad acqua-terrario). Le due regole fondamentali per allestire un perfetto acqua-terrario è tenere conto del bisogno delle tartarughe di nuotare e di riposarsi fuori dall’acqua, perciò sarà indispensabile sfruttare al massimo la zona “acquatica” e predisporre un supporto artificiale resistente e abbastanza ampio dove potranno uscire ad asciugarsi quando ne avranno bisogno. Il supporto scelto avrà una grande importanza, la cosa migliore sarebbe acquistare un acquaterrario già predisposto con un’isoletta agganciata a un lato della vasca, questa dovrà essere resistente e di forma piatta (se troppo ripida le tartarughe non riusciranno a salirvi sopra!). Stesso vantaggio lo avremo con un’ “isola” sorretta con delle colonne, che lascerà lo spazio sotto per il nuoto. Se non trovate una di queste soluzioni andrà bene anche un isolotto a base larga, ma scegliete sempre quello che occupa più spazio per il riposo fuori dall’acqua e minor spazio in acqua!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *